Share This:

 

Il 3D Robotic Sign di Coca-Cola

Ad agosto Times Square (New York) Coca-Cola ha installato la prima adv robotica 3D, ovvero un mega schermo che misura 20,7 x 12,8 metri, composto da 1.760 display a LED capaci di muoversi avanti e indietro in automatico secondo una programmazione prestabilita.

Coca-Cola lo definisce un “3D Robotic Sign“, sostanzialmente un cartellone pubblicitario robotico in 3D. Gli schermi sono separati in cubi autonomi che consentono di visualizzare immagini in alta risoluzione.

Fin dall’inizio il nostro brief è stato creare un momento rivitalizzante in un contesto tanto affollato come Times Square” ha detto Kim Gnatt, direttore del gruppo Business Strategy di Coca-Cola Nord America. “La tecnologia 3D di proprietà del marchio coca-Cola ha consentito al nostro logo di prendere vita in un modo unico che speriamo sia in grado di catturare l’attenzione del pubblico e convincerlo a voler interagire con il brand per un periodo più lungo”.

Times Square è uno dei luoghi più iconici d’America e l’epicentro dell’advertising outdoor; per questo vogliamo che i nostri cartelloni siano qualcosa che non si è mai visto prima” ha detto Katie Miller, vice presidente Connections di Coca-Cola America.

 

 

Ma come funziona?

Il sistema motorizzato permette di ricreare vari effetti, come ad esempio un’onda che si espande dal centro verso l’esterno. Questo effetto è reso possibile dagli schermi che si muovono per ricreare l’increspatura dell’acqua.

In modo simile a come si crea una playlist, noi programmiamo i contenuti che vanno inseriti in un palinsesto della durata di 24 ore, scegliendo dei contenuti di rilevanza per il brand oppure interessanti per i nostri fan” ha dichiarato Kim Gnatt.

 

Una storia che dura da 97 anni

Sono ben 97 anni che Coca-Cola dispone di un enorme billboard in Times Square a New York. Ovviamente nel tempo il cartellone è stato più volte sostituito e rinnovato in modo da essere sempre innovativo e in grado di catalizzare l’attenzione dei numerosissimi passanti.

Dal primo cartellone del 1920 il cartellone Coca-Cola si evoluto e non poco! Prima è stato dotato di illuminazione a neon, poi di scritte retroilluminate, poi è passato ai led e ora è divenuto il primo cartellone pubblicitario robotico della storia!

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore . Scopri di più qui

Leggi articolo precedente:
Food Ink: il primo ristorante dove il cibo è stampato 3D

Food Ink è il primo ristorante pop up, ovvero temporaneo e itinerante che coniuga alta cucina e stampanti 3D. Tutto...

Chiudi