Share This:

Aloft Cupertino, California

Questo hotel ha alle sue dipendenze del personale davvero particolare! È, infatti, dotato di Botlr, un maggiordomo robot che, avendo in memoria la planimetria dell’hotel e di tutte le camere, è in grado di muoversi autonomamente per l’albergo, consegnando il materiale richiesto dal cliente.

Quando un cliente richiede l’espletamento di una commessa in camera, il concierge pone il materiale da consegnare nello scomparto di Botlr e imposta in numero della camera in cui va consegnato. A questo punto il robot è completamente autonomo: si muove nell’albergo, prendendo anche l’ascensore e recandosi presso la camera che ha effettuato l’ordine. Una volta giunto a destinazione effettua una chiamata al telefono della camera annunciando la sua presenza; al cliente basterà, perciò, aprire la porta della sua stanza, controllare che nello scomparto di Botlr sia presente tutto quello che era stato chiesto e ritirarlo. Il costo verrà addebitato direttamente nel prezzo della camera.

Yotel, New York

Lo Yotel possiede un robot, Yobot, in grado di depositare il vostro bagaglio in maniera sicura in uno dei suoi 150 armadietti. Per riaverlo, vi basterà semplicemente comunicare al robot il vostro cognome e il pin che vi è stato fornito al momento della consegna della valigia stessa.

Tra le altre tecnologie di cui è possibile disporre presso Yotel vi è anche il check-in e il check-out automatizzato e letti convertibili, ovvero dotati di un motore in grado di ripiegarli per offrire più spazio.

 

Premier Inn Covent Garden Hotel, Londra

Le camere hub del Premier Inn dispongono di comandi touchscreen posti sulla testiera del letto tramite i quali è possibile controllare la temperatura della camera, la velocità della ventola, l’illuminazione e la tv.

In alternativa è possibile scaricare e installare sul proprio smartphone l’applicazione dell’hotel, da cui controllare ogni forma di tecnologia di cui è dotata la stanza, nonché fruire di informazioni turistiche tramite realtà virtuale.

 

Aria Resort & Casino, Las vegas

L’Aria Resort possiede camere “smart” che rilevano l’ingresso del cliente e innescano funzioni automatiche quali l’apertura delle tende, l’attivazione della musica, l’accensione della tv e la modifica della temperatura a seconda delle sue preferenze. Le stanze, inoltre, sono dotate di uno schermo touchscreen che consente di controllare le funzioni automatiche.

Inoltre l’hotel non è dotato di chiavi fisiche o elettroniche come la maggior parte dei alberghi tradizionali, bensì consente ai suoi ospiti di sfruttare il loro smartphone come chiave temporanea per accedere alla loro stanza.

Sempre attraverso il proprio smartphone è possibile attivare la funzionalità di ricezione notifiche per essere informati, ad esempio, dell’apertura di un tavolo di Black Jack nelle proprie vicinanze.

 

NH Hotel, Berlino

NH Hotel è la prima catena di alberghi che supporta la tecnologia di telepresenza olografica in 3D per offrire ai suoi clienti conferenze “aumentate”. Grazie a questa tecnologia, infatti, gli utenti (sia coloro che sono fisicamente presenti in hotel, sia chi è rimasto in ufficio) possono proiettare un’immagine 3D di loro stessi o delle loro presentazioni di lavoro nella sala conferenze.

Il sistema si basa sulla proiezione di un’immagine in HD su una superficie riflettente, che rimbalza poi su una pellicola trasparente dove appare l’ologramma in 3D.

 

 

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore . Scopri di più qui

Leggi articolo precedente:
The Mosquito Killer Billboard: il cartellone pubblicitario che combatte il virus Zika

The Mosquito Killer Billboard è un cartellone pubblicitario in grado di attirare e uccidere la zanzara portatrice del virus Zika

Chiudi