Share This:

Kit Kat ha realizzato il primo cartellone pubblicitario massaggiante

Il rientro dalle vacanze è piuttosto tosto e il lavoro indubbiamente stressa. Dite la verità, non vi piacerebbe un po’ di relax? Grazie ai billboard di Kit Kat potresti approfittare di un massaggio mentre aspetti l’autobus; mica male vero?

Venite vi faccio un massaggio” recita la call to action del cartellone pubblicitario e invita gli utenti ad appoggiarsi con la schiena al billboard e usufruire di un massaggio gratuito realizzato grazie a dei piccoli rulli rotanti integrati nel cartellone stesso.

 

Fonte immagine: http://bit.ly/2xq0yo5

 

Ridurre lo stress a Bogotà con un progetto unico e simpatico

Nel 2015 Kit Kat, per promuovere il suo brand anche in Colombia, ha realizzato i primi cartelloni pubblicitari massaggianti. Tali billboard, installati a Bogotà, sono stati concepiti grazie alla partnership con le agenzie pubblicitarie JWT e Mindshare.

È stata scelta proprio Bogotà come protagonista di questo progetto non solo perché è la capitale della Colombia, ma anche perché è una delle città più stressanti e caotiche dell’America Latina.

I cartelloni, inoltre, sono stati geolocalizzati su Google Maps così da aiutare le persone a trovarli facilmente: ogni volta che da un device con la geolocalizzazione attivata nella città di Bogotà veniva effettuato un Tweet con parole come “stanco” o “stressato”, l’account di Kit Kat Colombia rispondeva automaticamente con i dettagli sul cartellone massaggiante più vicino.

Inutile dire che la campagna è stata un successone!

 

Fonte immagine: screenshot estrapolato dal video https://youtu.be/37LDlKEUUW0b

 

 

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore . Scopri di più qui

Leggi articolo precedente:
Food e stampa 3d: il cibo è sempre meno cucinato e sempre più stampato!

Food e stampa 3D, un'associazione che suona strana eppure è realtà. Ma la stampante 3D di cibo entrerà davvero nelle...

Chiudi