Share This:

I trend del settore immobiliare

L’avvento della comunicazione digitale e la definizione di strategie omnichannel hanno influenzato anche il settore immobiliare.

Secondo Giuseppe Pizzuti, capo dell’area abitativa di Bnp Paribas real estate: «Il modo di fare marketing nel residenziale è cambiato. Ci rivolgiamo sempre più a una clientela ben identificata, anche a livello di prossimità, avvalendoci di strumenti più scientifici che consentano di geolocalizzare i clienti e di classificarli per categorie professionali o fasce di reddito.

Insomma «Sono finiti i tempi di annunci brevi ed enigmatici, senza foto o fuorvianti».

Coerente con questo pensiero sono le dichiarazioni che Giuseppe Crupi, AD di AbitareCo, (società specializzata in nuovi sviluppi), ha rilasciato al Sole 24 Ore: «Il progresso della tecnologia farà fare un salto in avanti agli strumenti oggi adottati soprattutto in relazione alla presentazione del prodotto. Crescerà il processo di interattività multicanale grazie alle presentazioni in 3D e alla realtà aumentata, sempre più emozionali».

A tal proposito, perciò, molte delle più grandi realtà attive nel settore stanno sperimentando strumenti che si avvalgono della realtà aumentata per offrire al cliente una visita virtuale realistica all’interno e all’esterno dell’immobile.

Questo perché, a quanto pare, i clienti vogliono poter disporre di strumenti (anche digitali e virtuali) che consentano loro di esplorare gli immobili prima ancora di visitarli di persona ed anzi per poterli valutare e selezionare ben prima di recarvisi.

 

La realtà virtuale per l’immobiliare. Il caso Realisti.co

I virtual tour per il settore immobiliare esistono già da qualche anno ma per ora, soprattutto in Italia, questa tecnologia non si è affermata quanto previsto. Le cose, però, potrebbero cambiare grazie a Realisti.co.

Realisti.co è la giovane realtà torinese che ha sviluppato un sistema per creare e condividere via web delle visite virtuali all’interno delle proprie proprietà immobiliari.

La novità che ha introdotto, rispetto ai servizi di virtual tour esistenti, è che rende l’agente immobiliare completamente autonomo nella realizzazione e condivisione delle viste virtuali. Questo fattore è valso alla startup il premio Real Estate Award 2017 come Miglior Progetto Innovativo.

Alla luce di ciò, il virtual tour con tecnologia immersiva sembra rappresentare un ausilio fondamentale per il lavoro degli agenti nel prossimo futuro; anche perché è in grado di facilitare e non poco il cliente finale. Infatti egli non dovrà più recarsi in più case, poste anche a molti km di distanza prima di decidere, bensì gli basterà disporre di un visore.

 

 

Hutch, l’interior designer virtuale

Un altro servizio che facilita gli agenti immobiliari, aiutando il cliente a figurare l’effetto finale di un eventuale restyling dell’immobile, è Hutch.

Hutch è un’applicazione mobile per la progettazione di interni che offre un servizio di ri-decorazione virtuale di una stanza (processo quasi interamente automatizzato con una piccola supervisione umana in meno di un’ora) a partire da una serie di fotografie.

Gli utenti selezionano lo stile desiderato (industrial, relaxed, floreale) e la foto della stanza si modifica coerentemente rispetto allo stile selezionato. Eventualmente è possibile modificare gli oggetti che sono stati inseriti nell’ambiente, sostituendoli con altri presenti nell’inventario di Hutch.

 

 

Articoli simili:

 

 

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore . Scopri di più qui

Leggi articolo precedente:
Creator: il robot-ristorante che prepara gli hamburger

Creator: il primo robot-ristorante che prepara gli hamburger in modo automatizzato a richiesta. Cuoce la carne, scalda il pane, affetta...

Chiudi